Avventura in Appenzello: Saxer Lücke & Seealpsee

Avventura in Appenzello: Saxer Lücke & Seealpsee

Avventura in Appenzello, Saxer lucke e Seealpsee

In questo primo articolo vi voglio raccontare un’esperienza di viaggio fatta la scorsa estate nella Svizzera interna, più precisamente nel cantone dell’Appenzello. Siamo partiti da Varese la mattina verso le 8.00, ci siamo fermati a Lugano a prendere un amico e poi da li ci siamo diretti verso la nostra prima meta che era: Brülisau, dove da li partiva il trekking che ci avrebbe portato fino al Saxer Lücke. Una volta arrivati a Brülisau, c’è un posteggio prima dell’inizio del sentiero dove si può lasciare tranquillamente la nostra macchina, mettendo dei franchi all’interno di una cassetta.
La prima parte di percorso è abbastanza ripida e richiede quindi uno sforzo in più, sopratutto se si ha sulle spalle uno zaino che pesa.  Dopo circa 30/40 minuti si arriva al primo lago: Sämtisersee, dove è possibile fare il bagno. Da li si prosegue in direzione lago Fälensee, con la possibilità di fare 2 diverse strade, però dalla simile lunghezza. In circa 1h si arriva al lago Fälensee, dove c’è la possibilità di mangiare al rifugio e godersi il bellissimo lago incastrato tra le montagne, con la possibilità anche qui di fare il bagno (l’acqua è abbastanza fredda).

Una volta riposati e pronti a ripartire, si può compiere l’ultimo tratto di strada che vi divide dal Saxer Lucke, quest’ ultimo tratto di percorso non richiede molto sforzo fisico e con 30 minuti circa di camminata tranquilla, si arriva sulla cresta della montagna, proprio davanti al Saxer Lucke. Da li si può godere l’immensità di questa montagna in tutto il suo splendore. Arrivati al punto che più ci piaceva abbiamo messo giù le nostre 2 tende, abbiamo sistemato le cose e ci siamo messi a far da mangiare godendoci il il tramonto.

Una volta riposati e pronti a ripartire, si può fare l’ultimo tratto di strada che vi divide dal Saxer Lucke, quest’ ultimo tratto  non richiede molto sforzo fisico e con 30 minuti circa di camminata tranquilla, si arriva sulla cresta della montagna, proprio davanti al Saxer Lucke. Da li si può godere l’immensità di questa montagna in tutto il suo splendore. 

Arrivati al punto che più ci piaceva abbiamo messo giù le nostre 2 tende, abbiamo sistemato le cose e ci siamo messi a far da mangiare godendoci il il tramonto. 

Abbiamo poi aspettato il calar della notte e ci siamo messi a fare delle fotografie notturne alla via lattea che in quel periodo si vedeva benissimo e c’era pochissimo inquinamento luminoso in quella zona.

saxer-lucke-via-lattea

Il giorno dopo ci siamo alzati con il calar del sole (quindi molto presto), abbiamo sistemato le nostre varie cose e ci siamo messi in cammino per tornare verso il lago Fälensee, dove abbiamo fatto colazione e ci siamo rilassati un attimo. 

Poi da lì siamo ripartiti verso la macchina dove ci saremmo spostati fino a: Wasserauen, dove c’è un enorme parcheggio completamente gratuito dove si può lasciare la propria macchina per andare in direzione Seealpsee. Ci sono diversi tipi di percorso che portano fino al lago, noi abbiamo fatto quello principale che percorre la strada asfaltata. Il percorso è abbastanza semplice tutto il tempo e non richiede molto sforzo fisico.

Siamo arrivati su al lago verso le 3 del pomeriggio, abbiamo fatto un bagno per rinfrescarci e poi ci siamo accampati con le nostre tende vicino al lago. Abbiamo fatto qualche foto al tramonto del lago, cenato e poi siamo andati subito a dormire.

La mattina seguente ci siamo alzati per fare qualche foto all’alba, poi con calma siamo scesi verso il parcheggio della macchina e ci siamo messi in strada per tornare verso casa.

 

Grazie per aver letto quest’avventura di viaggio fatta nel bellissimo scenario dell’Appenzello, e se avete curiosità o bisogno di maggiori info non esitate a contattarmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *